I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Teatro

Baruffe in Sacrestia. Ed ora le repliche (video-foto)

(Visite precedenti: 435) - "Don Giuda, ti chiedo di essere giusto".

E' Dio, con il vocione di Pino, che richiama il parroco Don Giuda, sì Giuda, a comportarsi correttamente con il sindaco Santo, sì Santo.

Ecco la commedia in due atti "Baruffe in Sacrestia". Andrea-Don Giuda conta sull'aiuto di mamma Antonella Illuminata, sì Illuminata, ed Ivana-Sindaco riesce a far sorridere il padre in seconda fila (mia figlia grida anche a casa, mi confida).
Tutti occupati i posti del teatro Artigianelli; 200 spettatori la sera del 18 marzo hanno gioito ed applaudito gli attori della "Banda del Sorriso", animati da Giusy, in palcoscenico una balbuziente parrocchiana che all'inizio del secondo atto si cimenta in uno schioppettante (pem-pem) ed esilarante dialogo con la barese-Carmelita, la canterina-Stefania e la psicologa dell'anima-Giulia. Non manca la rivalità sportiva, l'Inter-Milan, la Roma-Lazio, la squadra dell'Oratorio seguita da Felice-Luigi e quella del Comune allenata da Tancredì-Salvatore.
In questa partita il parroco appare al pubblico tale e quale l'ex presidente del Palermo, Zamparini, in merito alla competenza sportiva ed ai buoni rapporti con gli allenatori.
Il sagrestano basettone Natale-Daniele ascolta i dialoghi pettegoli (chi non li ha mai fatti?) delle volontarie Ines-Rosamaria, Ester-Anna e Giuditta-Sara che gioiscono alla promozione finale di catechiste. Resta da sapere se i veri padre Luigi e padre Gioacchino che, a conclusione della commedia, vanno sul palco ad applaudire gli interpreti, abbiano anche loro, come don Giuda, assunto le tre volontarie.
Dalla fossa, parole in bocca di Gabriella-caduta in basso e dall'alto luci e suoni di Salvatore.
Le poltroncine in prima fila riservate all'Amministrazione Comunale e rimaste, ahimè, vuote hanno fatto circolare la battuta: alle prossime elezioni comunali votiamo per il sindaco Santo-Ivana, protagonista di "Baruffe in sacrestia".
Ed ora le repliche.

https://youtu.be/w4FSI1n8QtM

Follow Us

Inscriviti alla Newsletter

Informazioni su eventi ed attività direttamente nella tua casella postale

Seguici sui Social

Questo sito non è una testata giornalistica, viene aggiornato senza periodicità definita. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948.
© 2017 Murialdo Sicilia. All Rights Reserved.Development by G.M. e C.A.B.

Search