Notizie

In Versi - Auguri ri Pasqua a l'emigrati

A tia vogghiu parrari
amicu miu caru paisanu
ca pi putiriti sfamari
ti trovi assai luntanu
luntanu r'amici e parenti
sulu na nautru cuntinenti.

Cu cori afflittu ru duluri
ma chinu ri spiranza
lassasti sta terra cu onuri
privannuni ra to prisenza
ma lu cori nun po' scurdari
e cunnuci a to menti a pinzari.

A tutti l'amici ca lassasti
pi gghiri 'ncerca ri furtuna
quannu ri cursa tu partisti
fra tanti lacrimi e vasuna
e puru ca tant'anni su passati
i cori n'arristaru 'ncatinati

e nuatri oramai rassegnati
turnamu ca menti no passatu
a quannu tutti allicchittati
partistiru cu cori adduluratu
ma Cefalu' nun po' scurdari
sti figghi ca sunnu altre mari.

E lu pinzeri curri veloci
uora ca Pasqua e' arrivata
e ra chiazza e pieri ra Matrici
vi mannanu st'ambasciata
pi lu jornu Santu Bbinirittu
cu lu cori chinu d'affettu

e vistu ca siti assai luntanu
pi la Santa Pasqua ru Signuri
l'auguri li mannamu ru chianu
cu rrispettu e tantu amuri
di viviri 'na Pasqua di serenita'
rricca di paci amuri e Santita'.

Franco Catalano

Seguici su

Seguici sui Social

Questo sito non è una testata giornalistica, viene aggiornato senza periodicità definita. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948.
© 2019 Murialdo Sicilia. All Rights Reserved.Development by G.M. e C.A.B.

Search