Un granellino di senape

Ero forestiero - Il Granellino di senape

Giovanni l'Evangelista - Il Granellino di senape - Domenica 5 gennaio 2020

(Gv 1,1-18) "Gesù è venuto nel mondo ma il mondo non l'ha accolto; però chi l'ha accolto è diventato figlio di Dio", scrive Giovanni l'Evangelista nel vangelo odierno.
Cosa è accaduto o accade dove Gesù è accolto? Sul piano sociale, Gesù ci ha dato la consapevolezza che facciamo parte di una unica famiglia umana, che non c'è un popolo migliore dell'altro, che non c'è divisione tra ricchi e poveri, tra brutti e belli e tra analfabeti e scienziati, che tutti abbiamo la stessa dignità. Gesù è il legame che ci unisce come fratelli e sorelle come figli dello stesso PADRE celeste. Perciò, l'uguaglianza, la fratellanza e la libertà tra i popoli è solo utopia dove non si accoglie Gesù.
Dove non si accoglie Gesù Cristo è utopico costruire la civiltà dell'amore e dell'unità. Si sa quello che ha creato la filosofia atea nel mondo.
Sul piano personale, cosa accade nell'uomo che accoglie Gesù Cristo? L'uomo non si sente più diviso in se stesso, non ha una personalità bipolare, non si sente più figlio del caso, ma figlio amato di un PADRE celeste. Per questo motivo si accetta e si accoglie con amore.
L'uomo che accoglie se stesso è sempre disposto ad accogliere l'altro che è voluto da Dio fino dall'eternità. Il vero cristiano, amando se stesso in Dio, sa accogliere coloro che non sono come lui.
Il vero cristiano non dimentica quello che dice Gesù: “Ero forestiero e mi avete accolto con amore e gratuità". Gesù è accogliente e dice a tutti noi: "O voi che siete affaticati e oppressi, venite a me ed io vi ristorerò".
Amen. ALLELUIA.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)

Seguici su

Seguici sui Social

Questo sito non è una testata giornalistica, viene aggiornato senza periodicità definita. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948.
© 2019 Murialdo Sicilia. All Rights Reserved.Development by G.M. e C.A.B.

Search