Un granellino di senape

Il Granellino di senape - Non fuggire dalla Croce

IL GRANELLINO - (Gv 3,13-17) - Lunedì 14-9-2020

In questa generazione la Croce, ormai, non viene più esaltata. È da stolto esaltare la Croce. La Croce è umiliazione e morte del proprio io. Chi non si ribella davanti alla croce è un debole. Perciò per i sapienti di questo mondo è da persona intelligente evitare la croce.non si dimentichi che Cristo Gesù ha salvato l'umanità con la croce. Perciò a coloro che vogliono essere suoi discepoli Gesù dice: "Chi vuole essere mio discepolo prenda la sua croce ogni giorno e mi segua".
La croce non è un pezzo di legno. Cos'è allora? È una persona o situazione della vita che ci affligge, ci fa soffrire e ci fa sanguinare.
Cosa o chi oggi ti fa soffrire? La tua malattia, il tuo matrimonio, il tuo lavoro, la tua povertà, tuo marito o moglie, tuo padre o figlio, la tua sterilità? Chiunque sia la tua croce, non ribellarti e non fuggire da essa, ma prega perché il Signore ti dia la forza di portarla con umiltà e mitezza. Se ti ribelli la croce ti schiaccerà e ti darà la morte, cioè la depressione.Se preghi la croce, diventerà leggera e con essa manifesterai la potenza di Dio al mondo che maledice ogni tipo di croce. La croce ti porterà in paradiso.
Come stai portando la tua croce? Non fuggire da essa se vuoi diventare amore. Non è il sacrificio che ti porta all'amore, ma è l'amore che ti porta al sacrificio.
Amen. Amen. Alleluia.
(Padre Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)

Seguici su

Seguici sui Social

Questo sito non è una testata giornalistica, viene aggiornato senza periodicità definita. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948.
© 2019 Murialdo Sicilia. All Rights Reserved.Development by G.M. e C.A.B.

Search