I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Un granellino di senape

Il Granellino

3-10-2018 - (Lc 9,57-62)

Spesso sento dire: "Padre Lorenzo, da quando sto frequentando la Chiesa e pregando di più, mi capitano più eventi spiacevoli. Come mai?". Ovviamente chi si esprime così significa che intende seguire Gesù non per essere buono, ma per stare bene. Per questo motivo non sopporta le prove e le croci che la vita quotidiana offre. Gesù non è venuto per insegnarci la strada da percorrere per stare bene e comodi, ma per essere santi come Lui.
Sin dall'inizio del suo ministero Gesù ha detto ai suoi discepoli: "Chi vuol seguire me, prenda la sua croce e mi segua... chi vuol salvare la propria vita la perderà e chi la perderà per amore mio la guadagnerà". Quindi Gesù non indica una via sicura e comoda da seguire per avere la vita eterna. Lasciando la sicurezza economica e affettiva della casa di Nazaret, Gesù va incontro a un futuro dove dovrà confidare solo nell'amore del Padre celeste e nella divina Provvidenza. Egli infatti al mattino si sveglia dicendo: "Oggi dove andrò a mangiare? Stasera dove andrò a dormire? Senza preoccuparsi, inizia la sua giornata confidando nella Divina Provvidenza.
E la Divina Provvidenza non mancherà perché Gesù viene continuamente invitato a pranzo. A sera, poi, è sempre ospite di qualche famiglia che gli offre un letto per riposare. Nei suoi insegnamenti Gesù non si stanca di dire ai suoi discepoli: "Non vi agitate e non vi preoccupate di quello che mangerete o vestirete. Il Padre celeste vi ama e provvederà per voi, gente di poca fede. Ogni giorno ha il suo affanno. Non siate ansiosi per il futuro".
L'uomo cerca affetti sicuri e stabili. Ma Gesù inizia il suo ministero apostolico dicendo: "Ho una sola sicurezza: l'amore del Padre. E questo mi basta".
Leggendo i Vangeli, vedo che, nonostante che fosse odiato da molti, da tanti altri, invece, ha ricevuto molto amore. Purtroppo, gli uomini cercano più le sicurezze umane che quelle soprannaturali. Ecco perché i veri discepoli di Gesù si possono contare sulle dita di una mano. Oggi cosa ti impedisce di seguire Gesù? Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)

Seguici su

Seguici sui Social

Questo sito non è una testata giornalistica, viene aggiornato senza periodicità definita. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948.
© 2019 Murialdo Sicilia. All Rights Reserved.Development by G.M. e C.A.B.

Search