Notizie

Accogliere il diverso da me - 22 marzo 2020

Per accogliere l'altro, devo

aprire il cuore e svuotarlo di tutti i miei giudizi e di tutti i miei pregiudizi.
L'altro deve trovare in me un cuore che ama, che si svuota per "riempirsi" di lui, accettandolo così com'è: con i suoi limiti e le sue differenze, con le sue qualità e i suoi difetti.
Quando non accetto il diverso da me, il limite è in me e non nell'altro. Il mio orizzonte si limita ad accettare solo quello che è uguale a me o quello che mi fa comodo.
Aprire il cuore, allargare gli orizzonti ed accogliere ciascuno con la sua particolarità, vedendolo come unico, come uno che con la sua differenza mi arricchisce.
La mente di Dio è infinita e la nostra creatività assomiglia alla sua, nelle dovute proporzioni. Ecco perché siamo diversi tra di noi. Ciascuno di noi è un essere unico e irripetibile.

Apolonio Carvalho Nascimento

Gv 9,1-41: «Né lui ha peccato né i suoi genitori, ma è perché in lui siano manifestate le opere di Dio. Bisogna che noi compiamo le opere di colui che mi ha mandato finché è giorno; poi viene la notte, quando nessuno può agire. Finché io sono nel mondo, sono la luce del mondo».

Seguici su

Seguici sui Social

Questo sito non è una testata giornalistica, viene aggiornato senza periodicità definita. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948.
© 2019 Murialdo Sicilia. All Rights Reserved.Development by G.M. e C.A.B.

Search