I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Un granellino di senape

Il Granellino di senape - Leggi morali

Il Granellino di senape - Leggi morali- (Mt 17,22-27)

Ci sono leggi morali, leggi evangeliche e leggi civili. Quando non si osservano queste leggi, si vive nel disordine. Il disordine poi genera violenza, individualismo e miseria di ogni tipo. Il Cristiano è chiamato, in ogni tempo, circostanza e luogo, ad obbedire a queste leggi. È ovvio, però, che quando le leggi civili sono contro le leggi morali ed evangeliche, il cristiano non è tenuto ad osservarle, anche a costo di perdere la propria vita.
I martiri sono quelli che si fanno mettere in croce per non obbedire alle leggi civili che sono contro quelle della morale cristiana e contro gli insegnamenti di Gesù. Per esempio, i cristiani soggetti all'impero romano dovevano incensare la statua di Cesare Augusto perché lo adorassero come Dio. Il Cristiano che si rifiutava di farlo, veniva mandato ad essere mangiato dalle belve.
Oggi molti politici, pur professandosi cristiani e per non perdere la sedia del potere, sono disposti a fare leggi contro la morale cristiana. E non solo i politici, ma anche molti fedeli cristiani che non sono obbedienti né alla legge di Dio né a quella dello Stati, scandalizzano gli atei.
Spesso, quando ero parroco alcuni atei mi dicevano: "Lorenzo, conosco alcuni professionisti che vengono alla tua chiesa che non fanno mai una fattura dopo aver servito i loro clienti. Non li esorti ad essere obbedienti alle leggi dello Stato?". La loro osservazione, più che giusta, era una grande umiliazione al mio vanitoso e orgoglioso io. Certo, spesso nelle mie omelie, con forza esortavo i fedeli ad essere obbedienti alle leggi dello Stato, ma si sa che non tutti i discepoli mettono in pratica i consigli del maestro.
Bisogna obbedire alle leggi non per paura, ma per amore. Dicevo spesso ai parrocchiani: “Fermatevi al semaforo rosso non per paura di prendere una multa, ma per timore di causare eventuali danni e sofferenze al prossimo”.
Chi obbedisce alle leggi, vuole il bene comune. Se si comprendesse e si praticasse questo principio basilare del vivere comune, nella società ci sarebbe più ordine, più giustizia e prosperità.
Cristiani, non siamo di scandalo a chi non crede in Cristo Gesù.
Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)

Vuoi crescere nella fede? Leggi i seguenti libri di P. Lorenzo: LA PERLA PERDUTA... L’AMORE GUARISCE... IL GRANELLINO... HAI FEDE? Per richiederli, telefona ai seguenti numeri: 3313347521‬ - ‭3493165354.

Seguici su

Seguici sui Social

Questo sito non è una testata giornalistica, viene aggiornato senza periodicità definita. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948.
© 2019 Murialdo Sicilia. All Rights Reserved.Development by G.M. e C.A.B.

Search