I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Un granellino di senape

Il Granellino di senape - Da parroco

Il Granellino di senape - Da parroco - Sabato 17-8-2019 (Mt 19,13-15)

Quando ero parroco, dopo la celebrazione eucaristica domenicale solevo andare in mezzo all'assemblea per salutare individualmente tutti quelli che rimanevano in chiesa per salutarci gioiosamente. Una domenica la prima persona che avvicinai per salutare fu una giovane mamma che aveva tra le braccia un bambino non più di due anni. Mi venne spontaneo di dire al bambino scherzando: "Quanto sei brutto!". Ed egli rispose dicendomi: "Tu invece sei bello!". La sua risposta fu per me una grande lezione di amore. La Sacra Scrittura dice: Dio parla attraverso la bocca dei lattanti.
Cosa m'insegnò la risposta di quel bambino? M'insegnò che al male bisogna sempre rispondere con il bene. Infatti San Paolo dice: "Vinci il male con il bene". Sono certo che se avessi detto a un adulto: "Quanto sei brutto!", certamente mi avrebbe risposto con tono di vendetta così: "Tu sei più brutto di me!". Il bambino non è vendicativo, non mette in pratica la legge del taglione. Ecco perché Gesù, guardando gli adulti che allontanavano i bambini dalla loro presenza, li rimproverò dicendo: "Se non diventate come questi bambini, non entrerete nel cuore del Padre mio".
Si, il bambino non ha un cuore violento, aggressivo e prepotente. Il suo cuore non è indurito dal peccato dell'ira. Il bambino è tenero come l'agnello: si fa sgozzare, ma non reagisce con violenza come fa il toro quando si vede attaccato dall'uomo. Una delle preghiere più belle che la Chiesa rivolge a Gesù è proprio questa: "Agnello di Dio che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi!". Purtroppo, bisogna dire che è una preghiera che esce solo dalla bocca e non dal cuore.
Tutta la passione di Gesù è una divina manifestazione della sua mitezza e tenerezza. Gesù non reagisce all'uomo che lo schiaffeggia, gli sputa in faccia, lo fustiga e lo mette in croce, ma Egli accolla su di sé la violenza dell'uomo e la ferma.
Gesù sa che la violenza genera altra violenza. Quanta violenza i bambini subiscono oggi da parte degli abortisti e pedofili! Preghiamo per coloro che commettono questi crimini.
Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)Vuoi crescere nella fede? Leggi i seguenti libri di P. Lorenzo: DOVE E CON CHI? (preparazione al matrimonio) L’AMORE GUARISCE... IL GRANELLINO... HAI FEDE?
Per richiederli, telefona ai seguenti numeri: 3313347521‬ - ‭3493165354.

Seguici su

Seguici sui Social

Questo sito non è una testata giornalistica, viene aggiornato senza periodicità definita. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948.
© 2019 Murialdo Sicilia. All Rights Reserved.Development by G.M. e C.A.B.

Search