Un granellino di senape

Il Granellino di senape - L'invidia

IL GRANELLINO - (Lc 11,15-26) - 9-10-2020

Colui che non ti sopporta ed è invidioso parlerà sempre male di te. Prova sofferenza quando si parla bene di te e la tua persona viene elogiata. Per esempio, se hai preso in odio Giuseppe e qualcuno ti viene a dire: "Sai, Sofia, ho conosciuto Giuseppe ed è veramente una santa persona!". La tua reazione è: "Caro amico, tu non conosci bene Giuseppe. Egli fa tante opere buone per ricevere solo stima dagli altri. Poi fa cose che ora non ti posso raccontare... È meglio che io stia zitta... ma non è tutto oro quello che luccica!".
Gli scribi e i farisei, che odiavano Gesù, dicevano che Lui scacciava i demoni in nome di Beelzebul. L'invidia, come dice la Sacra Scrittura, è una brutta bestia. Non maledire l‘invidioso. Ma prega per lui perché riconosca il suo peccato e si ravveda. L'umanità è piena di invidiosi, perché sono molti gli uomini senza Dio, anche se sembrano umili e miti agli occhi del mondo.
Non sono santo, non ho grandi capacità intellettive, non ho carismi particolari, eppure sono stato sempre oggetto d'invidia sin da piccolo. Ma il Signore mi ha dato sempre di amare chi è andato in giro dicendo: "Caccia i demoni in nome di Beelzebul". Oggi una cosa ho compreso: "Chi è veramente invidioso di me è proprio il diavolo". Molte volte mi ha piegato alla sua volontà, ma, con la grazia di Cristo, non mi ha mai spezzato.
Amen. Alleluia.
(Padre Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)

Seguici su

Seguici sui Social

Questo sito non è una testata giornalistica, viene aggiornato senza periodicità definita. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948.
© 2019 Murialdo Sicilia. All Rights Reserved.Development by G.M. e C.A.B.

Search