I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Un granellino di senape

Il Granellino 12-3-2019 Il tempo della preghiera

Martedì 12-3-2019 (Mt 6,7-15) 

Nel tempo della Quaresima siamo esortati a dedicare più tempo alla preghiera. Chi prega si salva, ci ricorda il grande santo napoletano Alfonso M. de' Liguori. Il significato di questa affermazione è il seguente: Chi prega non sarà preda del diavolo. La preghiera è la forza del cristiano, è il mezzo che ci fa vivere in Cristo, con Cristo e per Cristo.
Oggi Gesù Cristo ci esorta fortemente a non moltiplicare e sprecare le parole quando preghiamo. La preghiera è il gemito dello Spirito Santo. È Lui che prega dentro di noi. Se lo Spirito Santo ti mette davanti i tuoi peccati, prega così dal profondo del tuo cuore: "DIO, abbi pietà di me che sono peccatore. Crea in me un cuore nuovo!". Che questo gemito sia ripetuto spesso durante il giorno.
Se sei sotto l'attacco del diavolo che induce a peccare, prega con questo gemito dell'anima: "Signore, salvami dal mio nemico! Resta con me. Sono debole".
Se viene meno il lavoro per guadagnarsi il pane, prega dicendo: "Signore, dammi il pane quotidiano".
Se non riesci a perdonare, supplica il Signore dicendo: "Signore, insegnami a perdonare!".
Se percepisci che il Signore è misericordia, fermati e prega così: "Signore, ti lodo perché sei misericordia!".
Se non comprendi e non vedi la bellezza e la potenza della Parola di Dio e dell'Eucarestia, prega così: "Signore, che io veda e comprenda i misteri della tua vita”.
Se ti scoprì tiepido nell' amore, grida forte: "Vieni, Spirito Santo, insegnami ad amare!". Se, all'improvviso, percepisci la santità di Dio, lodalo dicendo:" Santo, Santo, Santo" È ovvio che il gemito deve essere ripetuto frequentemente durante il giorno.
A volte partecipo a tridui e novene interminabili che durano quasi più della celebrazione Eucaristica. Dio si stanca delle nostre chiacchiere. Soprattutto Egli è stanco di ascoltare preghiere che non scaturiscono dagli eventi che viviamo. Ogni evento è una opportunità per rivolgerci a Dio, fonte di ogni dono.
Che la tua giornata sia piena di segmenti di preghiera per vivere sempre alla presenza di Dio!
Come il pesce muore quando esce dall'acqua, così il cristiano muore spiritualmente quando non vive alla presenza di Dio. Signore, insegnaci a pregare!
Amen. Amen.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)

Seguici su

Seguici sui Social

Questo sito non è una testata giornalistica, viene aggiornato senza periodicità definita. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948.
© 2019 Murialdo Sicilia. All Rights Reserved.Development by G.M. e C.A.B.

Search