I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Un granellino di senape

Il Granellino di senape - Il futuro

Il Granellino di senape - Il futuro - Domenica 9-6-2019

(Gv 21,20-25) Cosa sarà di me... cosa sarà del mio futuro, Signore? È vero, il futuro ci preoccupa, a volte ci angoscia. Anche il futuro dei parenti e degli amici più stretti ci preoccupa. La cosa più triste è che, per sapere cosa c'è dietro l'angolo, spesso si cade nella tentazione di consultare maghi, indovini, cartomanti e oroscopo quotidiano. In Italia ci sono, se non erro, 130 mila maghi. E, per l'ignoranza di molti, nessuno di essi è disoccupato e muore di fame. Anzi hanno tutti un bel conto in banca. Quanta gente viene ingannata dalle loro previsioni! Ovviamente chi cede alla tentazione di consultare questi falsi futurologi? Coloro che non hanno fede nel Padre celeste e in Gesù Cristo, nostro Salvatore. Quando qualche volta mi viene di domandare al Signore "Cosa sarà di me?”, dentro di me sento la voce che mi dice: "Tu seguimi e lascia il futuro nelle mie mani. Ogni giorno ha il suo affanno". Con tutta sincerità devo dire che il futuro non è stato mai una mia occupazione e preoccupazione costante. La mia fede nel Padre celeste mi ha portato sempre a vivere "il qui e l'ora!".
Il Vangelo di Gesù Cristo ci esorta a vivere come un neonato sul seno della madre. Il neonato non chiede mai alla mamma: "Cosa mangerò domani? Cosa indosserò domani? Cosa sarà di me domani?". Egli vive "il qui e l'ora" in pienezza perché sa intimamente che la madre provvederà a tutte le sue necessità. Il neonato non vive nell'angoscia del futuro.
Domani è la grande solennità della Pentecoste. Ebbene, lo Spirito Santo è stato sempre il GRANDE REGISTA della mia vita. Ogni giorno mi dice cosa fare, cosa dire, dove andare. Ogni volta che ho voluto agire e parlare di testa mia mi sono sempre trovato in luoghi sbagliati e ho detto cose sbagliate.
Impariamo a dire con fede: "Se Dio vorrà, domani andrò...farò...dirò", così come ci esorta San Giacomo, l'apostolo di una personalità molto concreta.
ALLELUIA. ALLELUIA.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)

Seguici su

Seguici sui Social

Questo sito non è una testata giornalistica, viene aggiornato senza periodicità definita. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948.
© 2019 Murialdo Sicilia. All Rights Reserved.Development by G.M. e C.A.B.

Search